20130520

Chi la domenica al Calambrone

Chi sui libri trova Ugo Mulas.
Che fotografa Eugenio Montale e l'upupa.
Che fotografa per Ossi di Seppia



Ugo Mulas per “Ossi di Seppia”, Monterosso, 1962

3 comments:

cbp said...

chi la domenica sul terrazzo nel sole a scaldarsi, a guardar passare le nuvole e poi oltre la mole e ancora più a sud molto molto più la sud lu mare.

m. said...

da Mulas a Dondero il passo sarà brevissimo

sburk said...

sto leggendo questo libro che si chiama Fotografare l'arte, si tratta di mulas che fotografa le sculture di consagra, e una loro lunga conversazione
bello secondo me
in più c'è una prefazione di umberto eco, che alla terza lettura forse capirò a sufficienza, sui significati del fotografare un'opera d'arte