20120203

Gli inglesi son dei romanticoni

(quindi in una piccola percentuale anch'io)

Si comincia con lui, William Blake (1757-1827), il romanticone per eccellenza, e il mio libro dice così: "l'artista visionario e alieno dai compromessi, nacque a Londra e nella sua città visse sempre miseramente, poco apprezzato come poeta, guardato con sufficienza come incisore perché considerato irrimediabilmente squilibrato."
I suoi dipinti e le sue acquaforti non mi piacciono molto, quindi anche per collegarmi al post precedente preferisco ricordarlo con una sua poesia, l'unica che conosco e che parla di vendetta.

A POISON TREE

I was angry with my friend:
I told my wrath, my wrath did end.
I was angry with my foe:
I told it not, my wrath did grow.

And I watered it in fears,
Night and morning with my tears;
And I sunnèd it with smiles,
And with soft deceitful wiles.

And it grew both day and night,
Till it bore an apple bright;
And my foe beheld it shine,
And he knew that it was mine,

And into my garden stole,
When the night had veiled the pole:
In the morning glad I see
My foe outstretched beneath the tree.

(Ero adirato col mio amico,/dissi la mia ira, la mia ira finì;/ero adirato col mio nemico,/non la dissi, la mia ira crebbe.
E l'ho bagnata di timori,/notte e giorno con le mie lacrime,/e le ho dato il sole di sorrisi/e dolci ingannevoli astuzie.
Ed è cresciuta sia di giorno che di notte,/finchè ha partorito una mela splendente;/ed il mio nemico la vide risplendere,/e seppe che era mia.
E penetrò nel mio giardino/quando la notte aveva velato il cielo;/e alla mattina lieto vidi/il mio nemico steso morto sotto l'albero.)


Poi, se ti chiami William probabilmente sei un romantico.
William Turner (anche se è il suo terzo nome e prima c'è James Mallord).
JMW Turner ci sta perfettamente in questi giorni di freddo polare e nevicate perché la natura nelle sue manifestazioni più drammatiche e violente è tra i soggetti preferiti del pittore inglese. I suoi dipinti del mare in burrasca mi sono sempre piaciuti .
The shipwreck (1805)

Fishing Boats with Hucksters Bargaining for Fish (1837/38)


Altro soggetto su cui Turner si fissò furono le nuvole, pare abbia fatto innumerevoli schizzi delle nuvole.

Heavy dark clouds (1822)


Mentre nelle sue "ultime composizioni le forme e gli spazi si dissolvono sempre più e sono difficilmente percepibili e i colori accentuano il loro significato emotivo". Per l'uso dei colori Turner si rifa al libro di Goethe Teoria dei colori, in cui si afferma che le tonalità calde (rosso, giallo e verde) sono positive in quanto suggeriscono calore e allegria.

Light and colour (Goethe's Theory): the morning after the deluge (1843)

No comments: