20111217

Melancholia


A caldo.
Così a caldo che per tornare a casa oltre a tutto questo vento ho beccato anche la grandine. E al cielo ho urlato: suvvia Lars!
A caldo. Ho fatto passare 11 anni da Dancing in the Dark, perché soffrire anche no grazie. Questo non dà la botta di Dancing in the Dark, ma che angoscia. E se hai visto Le cinque variaziono lo sai, lo sai lo sai lo sai, che Lars ci gode a farti soffrire. Tanto.
Lars von Trier è sicuramente un visionario. E sicuramente è un pazzo. Sicuramente continua a darmi noia la macchina da presa a mano che si sposta velocemente da un primo piano all'altro perdendo anche il fuoco e poi ritrovandolo. Pensavo infatti avesse smesso. Sicuramente è uno che i film li sa fare, e nonostante la fastidiosissima macchina da presa a mano - che sicuramente continua a usarla così perché sa che allo spettatore gli dà fastidio e gli viene la nausea, e lui ci gode - bella è la fotografia, i paesaggi, i cieli e la natura.
Belli gli attori, che pare facciano a botte per lavorare/soffrie per lui. E lui chiaramente ci gode. Charlotte Rampling bellissima con tutte le rughe al punto giusto.  John Hurt perfetto sempre. Mi ha fatto piacere rivedere Kiefer Sutherland su cui per un periodo mi ero fissata guardando 24 (certo il padre è tutt'altra cosa). E le due sorelle nel film Charlotte Gainsbourg e Kristen Dunst. Due personaggi che lo so, ora a caldo dico che mi affascinano, tra qualche giorno di più.
Ma che angoscia però.
Il 21 dicembre 2012 sapete dove trovarmi, seguo il consiglio di Justine, e preferirei non essere da sola. Inoltre, 21 dicembre 2012 permettendo, per altri 11 anni con Lars sono a posto. Vediamo cosa mi scodella nel 2022.

7 comments:

m. said...

eh-eh

subu said...

È stato Lars a ispirarti il nuovo layout?

sburk said...

Lars? Seee, con uno sfondo così rilassante.
Il mio è un layout anti-Lars.

subu said...

Io in realtà l'ho trovato rilassante... soprattutto dopo Antichrist!
Ma se ben ricordo Justine ne dà due di consigli, uno acido alla sorella e quello più tenero al nipote.

sburk said...

Noooo... tu hai visto antichrist?! Ci credo che poi ti rilassi a guardare questo.
mmmm quello acido alla sorella non lo ricordo, rimosso evidentemente.
Comunque al di là che Lars mi sta antipatico perché sono convinta che lui goda a farti soffrire, fa proprio dei filmoni. Anche tutta la parte iniziale, con le immagini del cielo, dell'universo, con quelle specie di tableaux vivants, immagini nitidissime e ferme che contrastano con quella telecamera a mano sfuocata soprattutto del capitolo Justine, e la musica... I tableaux mi hanno fatto venire in mente anche Le onde del destino, dove c'erano quelle specie di quadri tra un capitolo e l'altro.
Ma resta il fatto che è antipatico, e la sua antipatia trapela nei film, perché chiaramente non prende posizione, non ci sono personaggi a cui vuole bene, e forse non so proprio qui sta la sua bravura, il suo stare a distanza da tutti, ma lui non sta solo a distanza, dall'alto gode a mettere i suoi personaggi in difficoltà e a chiudergli ogni via d'uscita. I personaggi di Von Trier si dovrebbero ribellare, pirandellianamente.

I don't want to start any blasphemous rumours / But I think that god's got a sick sense of humor /And when I die I expect to find him laughing

subu said...

Povero Lars, è stato molto depresso!
A me i suoi film piacciono perché hanno una logica tutta loro, la logica serrata e potente del folle!

sburk said...

Proprio ieri sera ho letto un'intervista a lui, Gainsbourg e Dunst in occasione del festival di Cannes; e per certi versi Lars faceva schiantare.

Aiuuuto, non starò mica facendo la pace con Lars!?

Comunque a proposito della sua depressione, infatti la Gainsbourg, controbattendo alla Dunst che come attrice mi piace ma quando leggo le interviste la trovo sempre un po' sciaquetta, diceva che lui non fa questi gran ruoli femminili (la Dunst aveva detto l'opposto - ah che bello lavorare con Lars che fa i migliori ruoli femminili) perché infatti in Antichrist a lei era toccato interperetare lui, e in Melancholia la parte di Lars era toccata alla Dunst.