20110623

Il voto in Sardegna

Pluto, foto di Mic

Io il golfo di Arzachena ve lo consiglio.
Se poi è giugno e le giornate sono belle ve lo consiglio ancora di più.
Ci sono certe spiaggette nel golfo di Arzachena che l'orizzonte non si vede. A me non vedere l'orizzonte al mare fa un po' strano, ma basta spostarsi al di là di un piccolo promontorio e l'orizzonte c'è tutto.
Il golfo di Arzachena è per tutti, c'è lo scoglio, la sabbia bianca e anche i sassolini, tutti nella stessa spiaggia. Effe infatti metteva sempre l'asciugamano sullo scoglio, io sulla sabbia; se poi veniva anche Esse, lei lo metteva sui sassolini. Ma comunque eravamo vicini vicini.
Uscendo dal golfo di Arzachena e andando a sinistra (via mare), insomma a nord, si va verso Caprera e la Maddalena. Ho visto le costruzioni del G8 che non c'è stato alla Maddalena. Non ho parole. Il paesaggio in quella parte della Sardegna è così spettacolare, infinite colline di rocce arrotondate dal vento e verdissima macchia mediterranea, che secondo me se proprio devi costruire qualcosa deve fondersi perfettamente con l'ambiente, essere quasi invisibile. Oppure essere un capolavoro.
Il mare nel golfo di Arzachena, manco a dirlo, è limpidissimo, salato al punto giusto e soprattutto senza neanche una medusa. Una goduria: bagni lunghi senza stress.
Nel golfo di Arzachena i polpi si costruiscono delle tane pazzesche, delle cinte murarie tipo quelle di Lucca. E solo una volta ne abbiamo visto uno temerario fuori dalla tana. Un altro ce lo siamo mangiato con le patate il giorno prima.
Il golfo di Arzachena è pieno di murene, che non le sopporti più. Anche a granseole si sta bene, per non parlare di aragoste.
Alla scuola elementare di Arzachena io e Emme abbiamo votato per i referendum; e il nostro è stato un bel votare.

No comments: