20110420

Il colore del vento



E' un altro documentario.
E' di Bruno Bigoni.
Racconta un viaggio nel Mediterraneo. Ogni porto un racconto.
E' stato presentato all'ultimo Festival Internazionale del Film di Roma.
Partecipa nei prossimi giorni al Aljazeera Internazional Documentary Film Festival.

Così viene presentato sul sito del Festival di Roma:
Da Dubrovnik a Bari, da Istanbul a Lampedusa, il film di Bruno Bigoni - tra le pochissime voci di autori di documentari formatisi alla fine degli anni Ottanta - riempie il diario di bordo di un cargo che segue come la punta del dito su una carta geografica, le coste del mare più antico del mondo. E’ un giornale di viaggio che rievoca una storia stratificatissima (a Barcellona incontra l’ultima testimone della rivoluzione anarchica del ‘36) e una contemporaneità imprevedibile (a Genova ascolta la storia di una nigeriana giunta in Italia lungo la rotta degli schiavi). Tra Hugo Pratt e Kapuscinski, accompagnato dai suoni e dalle parole di “Crêuza de mä” di Fabrizio De Andrè, l’occhio di Bigoni beccheggia sul dorso di un oceano che, come il presente, puoi solo cercare di assecondare e mai fermare.

Mi piacerebbe vederlo.

Il trailer.

No comments: