20101230

Ehi 2011!

Lo fa Internazionale e io copio. Anch'io ho chiesto a tutta la redazione di esprimere i desideri per l'anno nuovo (sburk all'occasione si fa schizzofrenica).

Imbiancare le pareti della camera dell'exco se l'exco ci stacca i poster, i disegni, i sottobottiglia, gli adesivi, i ritagli di giornale, i calendari. Prendere coraggio e cominciare a studiare per l'esame di letteratura italiana, dare l'esame, passarlo. Laurearmi. Mettere i soldi da parte per un viaggetto in Australia. Viaggiare comunque, tutte le volte che è possibile. Fare dello sport. Sì, la piscina, ma poi ho freddo e non ci vado. Danza africana? Cambiare ma non troppo il layout di questo blog. Cambiare il lavandino rotto da una vita e lo sciacquone che funziona male anche quello da una vita. Fregarsene, difficile questa. Andare alla gita del Gorgona. Fare le vacanze sulla Blues Boat succeda quel che succeda. Lavare i vetri del salotto. Che splenda un po' di più il sole, e basta con questo grigio che non aiuta manco per niente. Imparare a usare la macchina fotografica che forse mi regalo. Cambiare lavoro e aprire quel barrino sulla spiagga laggiù (sono desideri no, vamos a delirar come disse qualcuno). Fare il cacciucco. Andare a Pompei che non ci sono mai stata. Ma anche a Pienza. Darmi retta. Andare ad Arles per la mostra fotografica. Non perdermi tutte le mostre a due passi come ho fatto quest'anno. Andare di più al cinema. Lavare i piatti sempre dopo tutte le volte che mangio (certo, come no). Trovare una soluzione ai cd impilati per terra. Staccare quel cavo penzoloni del telefono che tanto non serve a nulla, credo. Riparare qualche presa elettrica. Stavo per dimenticare, la pace nel mondo.
E voi?
Buon anno a tutti, ci rivediamo lì.

No comments: