20081009

Perché ridiamo quando ridiamo

"Noi ridiamo perché la risata è utile dal punto di vista dell'evoluzione. Ridere ha a che fare con il sollievo dopo un falso allarme.
...
E' anche il motivo per cui il solletico fa ridere: all'improvviso qualcuno fa per toccarti, istantaneamente ti metti sulla difensiva, infatti irrigidisci i muscoli, ma poi quella persona non ti fa davvero male, si limita a toccarti e stimolarti in un punto insolito, e allora il tuo cervello dice: "Era un falso allarme!", e ti metti a ridere."

E' tratto dalla trascrizione del Discorso d'apertura alla conferenza "The Italian Perspective on Metahistorical Fiction: The New Italian Epic", Institute of Germanic and Romance Studies, University of London, UK, 2 ottobre 2008. E' Wu Ming 1 che parla e parla di letteratura. Di letteratura italiana contemporanea. Il titolo è Noi dobbiamo essere i genitori ed è pubblicato da Carmilla on line qui.

No comments: