20080515

Parole Sante, in dvd

E' uscito in dvd il film di Celestini di cui avevo scritto tempo fa e che mi era molto piaciuto. Lo dice bene Dario Olivero su Repubblica.it ed io lo riposto qua sotto.

"Maurizio, Mara, Christian, Alessandra, Emanuela, Andrea, Cecilia. Iniziano così, tanto per guadagnare qualcosa senza smettere di studiare, senza nessuna ambizione di carriera. E finiscono incagliati. Hanno superato un test che, dice uno di loro, "sembra di entrare alla Nasa". Poi il "briefing" dalle otto alle sei per tre settimane. Non retribuite. Poi, la corsa alla postazione di lavoro, perché mica te ne danno una tua e basta. E magari ti capita quella con la sedia rotta, il mouse che non funziona. Finalmente arriva il lavoro vero: niente ferie, niente malattie, niente contratto a tempo indeterminato.
In compenso ti dicono che non è questione di soldi, è soprattutto, un rapporto di amicizia. Trentasei ore a settimana, 500 euro al mese. A cottimo. Contratto a progetto di nessun progetto. "Buongiorno, buonasera sono Paolo come posso esserle utile". Lui si chiama Salvatore, ma non funziona. Meglio Paolo. E chissà perché meglio Laura di Cecilia. Sotto ai venti secondi non prendi nulla. Fino a 240 secondi e oltre 80 centesimi. Lordi.
Così si lavorava all'Atesia, il più grande call center italiano. Poi nasce il collettivo, la prima esperienza sindacale di lavoratori che non hanno rappresentanza. Nessuno agisce di testa sua, tutto si decide in assemblea. Fanno il primo sciopero, nessuno sapeva come si fa. Novanta per cento di adesioni. Poi fanno un giornalino. Ne licenziano quattro. Loro chiamano l'ispettore del lavoro. Passa un anno. Quattrocento contratti non vengono rinnovati (licenziati), guarda caso tra loro quasi tutti quelli del collettivo. L'ispettorato si pronuncia, devono essere assunte 3.800 persone con contratto a tempo indeterminato perché quei contratti a progetto, visto il lavoro che viene svolto, "sono del tutto fittizi". Atesia deve pagare trecento milioni di euro di contributi non versati. Poi arriva il Tar e sospende. Infine la Realpolitik di governo e sindacati trova un accordo, o meglio un'amnistia. Saranno assunti a tempo indeterminato ma devono firmare una liberatoria che li impegna a chiudere ogni contenzioso con l'azienda. Li vendono per 550 euro. Molti non firmano e se ne vanno, la dignità non si compra. Immaginate tutto questo raccontato da Ascanio Celestini. Esiste, è uscito ora in Dvd (più libro) Parole Sante (Fandango, 16,90 euro)."

No comments: