20080208

Cineroom



Cliccando sul titolo di questo post si va su un blog di cinema. Il blog è molto wendersiano, oltre ad avere un WWW - Wim Wenders Week - la foto del blog è una Nastassja Kinski di Paris, Texas. Ho anche scoperto un film di Wenders di cui non avevo mai sentito parlare, I fratelli Skladanowsky (andare sul blog per vedere di cosa si tratta, se si vuole). Si scorre il blog e si inciampa nel manifesto di Alice nelle città. Alice nelle città. Che bello! E' il primo film di Wenders che ho visto, in lingua originale sottotitolato. Non ricordo chi mi ci portò ma sapevo che mi sarebbe dovuto piacere e che dopo la visione avrei dovuto dire che mi era piaciuto molto, anche se non ci avevo capito niente. E così andò, pari pari. Seguii probabilmente la stessa persona a vedere anche La paura del portiere prima del calcio di rigore, e così via, non me ne sono perso uno, tutti quelli più wendersiani e poi quelli più americani. Rivedendo il manifesto di Alice nelle città, ho capito che è lì che è cominciato tutto. E' tutta colpa di Wenders. Metti caso mi avessere portato a vedere Cara mammina e avessi dovuto dire che mi era piaciuto. Che persona sarei oggi?

Ok. Fine delle rimembranze. In realtà volevo segnalare questo blog perché fa una campagna di protesta contro la traduzione dei titoli dei film in italiano. Se ne è già parlato. E' un po' una mia fissa (e di molti altri). Rimanere a bocca aperta davanti a delle traduzioni insensate dei titoli di film. Un esempio per tutti rimane Eternal sunshine of the spotless mind che in italiano è diventato Se mi lasci ti cancello. Effettivamente era un po' difficile da tradurre (il sole eterno della mente immacolata) e lasciarlo in inglese così lungo, non se lo sarebbe ricordato mai nessuno. Però si poteva sicuramente fare meglio.
Beh, ho cambiato idea.
Che vita sarebbe senza le traduzioni assurde in italiano dei titoli dei film stranieri?
Pensateci mentre leggete questi esempi tratti appunto dal blog nel titolo e altrove.

There will be blood - Il petroliere
Before the devil knows your dead - Onora il padre e la madre
King of California - Alla scoperta di Charlie
My blueberry nights - Un bacio romantico (è di Wong Kar Wai)
Intolerable cruelty - Prima ti sposo poi ti rovino
Walk the line - Quando l'amore brucia l'anima
Short cuts - America oggi
Road to perdition - Era mio padre
...


In realtà volevo scrivere un post su Cous Cous, ma mi è venuto fuori questo.

3 comments:

Anonymous said...

se andavi con conan ora stavi meglio

sburk said...

Però! Che battutona!

ico said...

battuta a parte, (che poi via dai e fatti una risata...) fra conan e alice nelle città, vince conan.