20070601

Infatti, a proposito di titoli di coda


Se uno si guarda quelli di The Constant Gardener fino alla fine trova:
"Nessuna persona in questa storia, e nessuna azienda o compagnia, grazie a Dio, è basata su persone o compagnie esistenti nel mondo reale. Ma vi posso dire che durante il mio viaggio attraverso la giungla farmaceutica, mi sono reso conto che se paragonata alla realtà, la mia storia era mite quanto una cartolina delle vacanze" (John LeCarré, che ha scritto il libro da cui è tratto il film)

Il film è diretto da Fernando Meirelles, quello di City of God, che per me è uno dei più bei film degli ultimi anni, e in effetti si vede un po' la stessa mano, anche il direttore della fotografia è lo stesso. Ma purtroppo non si avvicina neanche lontanamente a City of God. Questo non vuol dire che è brutto, anzi, ma City of God è difficilmente arrivabile. Secondo me.

Qualche citazione:

Lorbeer: Do il cibo solo alle donne, Mr Black. Le donne fanno le case, gli uomini solo la guerra... e bevono. Adamo è stato il primo tentativo di Dio. Eva è il risultato finale. Dica questo ai suoi lettori, Mr Black.


Tessa: Pensavo che le spie sapessero tutto.

Tim Donohue: Solo Dio sa tutto. Lavora per il Mossad.

No comments: