20120518

Da quando Otar è partito



Commedia surreale e malinconica.
Eka, Marina e Ada. Tre generazioni di donne.
Otar il figlio andato a cercar fortuna a Parigi.
Parigi quando piove.
La povertà della Giorgia.
Rimpiangere Stalin.
Studiare a luce di candela.
Lavare i capelli con l'acqua troppo calda.
I mercati lungo il fiume.
Parlare in francese.
Una libreria francese.
Emigrazione.
Lettere con notizie e soldi.
Lettere lette ad alta voce.
Lettere scritte a lezione.
Telefonate interrotte.
L'amore materno.
L'amore filiale.
Soldi nascosti nel regiseno.
Letti condivisi.
Automobili con i giornali sui finestrini.
Vicine di casa.
Canzoni cantate da tutti.
L'albero dei desideri.
Una dasha a primavera.
Una morte.
Abbracciarsi in metropolitana.
Salutarsi in aeroporti.

Da quando Otar è partito è un film del 2003 di Julie Bertuccelli, visto totalmente per caso qualche sera fa e che mi è piaciuto moltissimo. E quando non te lo aspetti ti piace anche di più. Vale sicuramente la pena vederlo in lingua originale con sottotitoli anche perché parlano giorgiano e francese. Il film vinse il Gran Premio della Giuria a Cannes. Julie Bertuccelli ha fatto anche un altro film, uscito in Italia nel luglio 2011, che si chiama L'albero. E' girato in Australia ed ha come protagonista Charlotte Gainsbourg. Penso che lo vedrò al più presto.

No comments: