20111026

This must be the place


Decisamente sì!

Perché non è vero che è lento.
Perché fa ridere.
Perché la musica.
Perché David Byrne.
Perché David Byrne nel 1986 ha fatto un film che si chiamava True Stories, ed io ce l'ho rivisto molto in This must be the place nel modo di mostrare un certa America.
Perché David Byrne è un mito.
Perché Harry Dean Stanton anche, con tutti i film che ha fatto con Lynch.
Perché Sean Penn va bene, è bravo, ma non mi fa poi impazzire. Preferisco Toni Servillo, ad esempio.
Perché la fotografia, sempre di Luca Bigazzi, a differenza di L'amico di famiglia, con la storia ci sta tutta.
Perché nei grandi spazi americani Sorrentino chiaramente va in brodo di giuggiole. Perché in America quegli spazi lì ci sono già bell'è pronti; non li deve creare come fa quando gira in Italia.
Perché la storia certo è importante ma il cinema è fatto di immagini.
Perché infatti sulla storia ho da ridire, soprattutto sul finale, io Paolo, te lo devo dire, l'avrei fatto diverso. Ma non importa.

This must be the place è un film del 2011 di Paolo Sorrentino. Con Sean Penn, Frances McDormand, Eve Hewson, Harry Dean Stanton, Joyce Van Patten. La fotografia è di Luca Bigazzi.

No comments: