20090113

Piccola e sbrigativa rassegna stampa

Questo articolo su The Guardian dice che alti funzionari delle Nazioni Uniti stanno chiedendo che venga fatta un'indagine internazionale su Israele per crimini di guerra e che ieri è stata approvata una risoluzione del dipartimento dei diritti umani delle Nazioni Uniti che condanna l'offensiva israeliana per forte violazione dei diritti umani. C'è tuttavia molto scetticismo sulla effettiva esecuzione di tale indagine, dato che anche in passato Israele ha ignorato risoluzioni ONU con l'appoggio degli Stati Uniti.
Questo articolo su The New York Times dice che la popolazione di Israele è compatta sulla giustezza e la necessità di questa guerra, che le dimostrazioni di dissenzo sono minime, che è soprattutto colpa di Hamas se vengono colpiti i civili. Dice Moshe Halbertal, professore di filosofia alla Hebrew University e tendente politicamente a sinistra: "C'è Al Jazeera davanti all'Ospedale Shifa con i feriti che arrivano; e si ha l'impressione di questo grande Golia che sta schiacciando questa povera gente, vengono percepiti come vittime. Ma dalla prospettiva israeliana, Hamas e Hezbollah sono veramente la punta di una più grande minaccia imvisibile. Gli israeliani si sentono come un piccolo Davide che deve affrontare un immenso Golia musulmano. La questione quindi è: chi è qui Davide?"
Questo post su Ico e i suoi gattai mostra un articolo e un video dei giovani obiettori di coscienza israeliani. In Israele, dopo le scuole superiori, tutti, maschi e femmini, hanno il dovere di fare il servizio militare e vengono impiegati nelle guerre; se si rifiutano gli viene fatto un processo e vengono messi in prigione per un periodo di 20-30 giorni, poi gli viene fatto un nuovo processo, e vengono di nuovo imprigionati, fino a quando una delle due parti, l'obiettore o l'esercito israeliano, non si stufa.
Questo è un articolo dello scrittore Mario Vargas Llosa pubblicato su La Stampa, proveniente da El Pais.

1 comment:

sburk said...

immagino sei lo stesso anonymous del constant gardner che era proprio quello che cercavi; ma cos'è che cerchi?