20080221

Caos Calmo

Tutta la nazione ne parla.
Ma io non l'ho visto e non credo che per ora lo vedrò.
Intanto però ho letto questa recensione e mi sembrava carino condividerla.
Va letta ad alta voce facendo finta di essere Valerio Mastandrea.
Pronti? 
Via

“SO’ SOLO, SO’ VEDOVO, DEVO SOLO S.O.S.”
chenfatti uno sepenza checcosa po’ succede cuanno che te stira le zampe tu moiie? allora infatti uno po’ piagne oppure disperasse oppure poi finarmente piscià colla tavoletta abbassata envece accaoscarmo ce stauno che semette sunapanchina e se mette affà erguardone fori da lascola della fiia allora infatti poi lui penza unzacco decose ma manco troppo perché ce sta sempre cuarcuno che iedeve rompe icoiioni allora poi lui umpo’ penza umpo’ fàrpiacione umpo’ no e fà tutti diiraggionamenti popo che sulla vita che avvorte è infame ma manco tanto chenzomma incuarche modo anche se infatti tà detto popo male poi bisogna trovà assolutamente nasoluzzone ummodo pé ritornà su lavia principale ummodo pé tornà a vive veramente na vita vivissima allora infatti lui piia nabionna selacarica accasa e ie dice a cosa te me vedi così che paro normale ma io ciòndramma internio io sto avvive nafase daavita mia che sto fori sintonia nun ciò la frenquenza giusta abbi pazzianza eh? enfatti poi se sintonizza sulle sise della bionna e sta bene.
chenfatti io navorta pure me penzavo davecce tutta la vita in mano envece poi… caos palmo.

L'autore? Johnny Palomba.

1 comment:

valentina said...

esiste già la lettura per chi vive fuori del grande raccordo anulare
http://johnnypalomba.wordpress.com/2008/02/12/recinzione-caos-calmo/