20070927

Funeral Party


Non per fare la solita polemica trita e ritrita sulla traduzione in italiano dei titoli dei film stranieri che spesso c'entrano poco con quelli originali; però credo sia la prima volta che vedo un titolo originale straniero cambiato ma lasciato nella stessa lingua. Insomma, in Italia il film Death at a Funeral è diventato Funeral Party. Ma andava anche meglio funerale con il morto! Ma non ci dovrebbe essere una multa? Usano anche loro Creative Commons e il Copyleft?
Chiusa la polemica.
Il cinema era pieno, per un film di cui non si sente molto parlare e proiettato in un cinema che proietta soprattutto film che vengono distribuiti poco, e anch'io ho contribuito a riempire la sala: eravamo Io, Me, Sburk, Mestessa, Memedesima, Lasottoscritta, Sempreio e Iononmancomai.
Occupavamo una fila intera insomma e quando ci partiva da ridere ci portavamo dietro tutta la sala. A un certo punto ci hanno dovuto perfino zittire. E' stato quando a Memedesima è venuto in mente che Frank Oz, il regista del film, faceva la voce di Miss Piggy dei Muppets. Allora Iononmancomai che tende a fare la saputella e a volerne sapere sempre una di più degli altri ha detto che Frank Oz faceva anche la voce di Yoda di Guerre Stellari. Sempreio, che ieri sera era un po' acida, alzando un po' la voce le ha fatto, "perché hai visto Guerre Stellari in lingua originale, ma se non sai una parola d'inglese". A quel punto, dalla fila dietro è arrivato un shh, giustamente. Io, che sono Io, mi sarei sepolta. Mestessa ha lasciato passare un lasso ti tempo sufficiente a far dimenticare le battute su Miss Piggy e Yoda, e nell'unico momento in cui nel film non si ride ha detto "Frank Oz ha anche diretto le pubblicità delle pile energizer, quelle con i conigli, quelle dove cercano di ucciderli, i conigli". Ha riso anche la fila dietro alla nostra. Sburk invece ieri era silenziosa. Sembrava fosse andata al cinema da sola, si è addirittura alzata prima della fine dei titoli di coda. Sono un po' preoccupata. Lasottoscritta ha detto che non rideva così dai tempi di Little Miss Sunshine.
Io, che sono Io, dico che è vero, mi sono schiantata dal ridere, ma Little Miss Sunshine era superiore.
Qualsiasi film sia, è sempre un piacere andare al cinema con le amiche!

5 comments:

pedante bart said...

frank oz è anche il regista della piccola bottega degli orrori ed inoltre compare in qualità di secondino in blues brothers (la scena del preservativo nuovo e quello usato)

sburk et al said...

Avevi a essere al cinema con noi, per dire le tue arguzie.

Ric said...

la struttura narrativa di questo post mi piace un casino...

structured sburk said...

Grazie, Ric, per la struttura narrativa. A me piacevano molto anche le strutture narrative di LaVitt. Mi mancano molto. A te no?

Ric said...

mi mancano un sacco. ma è anche un po' colpa mia. le ho detto che le scrivevo ma non le ho ancora scritto. Anzi, quando le scrivo le dirò di tornare a scrivere (questa come struttura fa pena invece...)