20060228

The future of food

Mi è capitato di vedere "The future of food", un documentario che parla di cibi geneticamente modificati, della loro nascita e sviluppo, degli affari sporchi della Monsanto, dei rischi annessi all'introduzione di geni resistenti agli antibiotici nei semi delle piantagioni. L'impressione che ne ho avuto è stata quella di un documentario con un buon livello informativo, decisamente di parte, e con alcuni clichè che lo rendevano piuttosto fazioso. Il fatto che la controparte (la Monsanto USA, nella fattispecie) non abbia alcuna voce nel documentario non è spiegato, e questo purtroppo lo indebolisce e lo rende sospetto. D'altra parte l'autrice, Deborah Koons Garcia, intervenuta pochi mesi fa dopo una proiezione pubblica del film, ha raccontato di come non abbiano mai ricevuto risposte ai loro numerosi tentativi di contattare la Monsanto per avere un loro intervento. In definitiva il documentario è fatto bene, e ve lo consiglio, ma come spesso succede capita di vederlo a chi è in qualche misura già sensibilizzato rispetto a certe tematiche. Ci sono invece altri mezzi probabilmente più divertenti e magari altrettanto efficaci per pubblicizzare e diffondere certe posizioni.
E della stessa serie, grazie a Macchianera che lo ha pubblicato pochi giorni fa, ho rivisto volentieri questo, che sburk mi aveva girato tempo fa.

3 comments:

sburk said...

bellinooooo

Ilgeko said...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

Anonymous said...

Bello!! Questo lo riesco a vedere anche io senza addormentarmi..

S.